..qualche impiombatura

 


Impiombatura del terminale di una cima


arrivati al punto 7 si esegue il taglio della cima.
Eventualmente , a fine estetico, si può aumentare il margine di taglio ed eseguire una sfilacciatura.

[Le ottime illustrazioni  sono di Christine Erikson e sono tratte dal libro “The Sailmaker’s Apprentice” di Emiliano Marino – Intenational Marine, Camden – Maine (v.Biblioteca)]

 


Impiombatura a occhio
Si esegue l’impiombatura come già descritto

si riduce progressivamente lo spessore del trefolo

si ripete l’operazione per ogni trefolo e si infilano i trefoli ridotti nella cima uno per volta eventualmente aiutandosi con un cavicchio. L’occhiello viene tenuto aperto da un tondo di legno (non mostrato in figura per chiarezza). Per infilare i trefoli è bene che siano opportunamente incerati e ritorti.

ad operazione conclusa si blocca il tutto con un’altra impiombatura.

[Le ottime illustrazioni  sono di Christine Erikson e sono tratte dal libro “The Sailmaker’s Apprentice” di Emiliano Marino – Intenational Marine, Camden – Maine (v.Biblioteca)]


Impiombatura a occhio con redancia
Usate un filo tenace ed incerato.
Cucite l’occhio con la redancia e girate diverse volte il filo intorno all’occhio e cucite di nuovo.
Con la cucitura arrivate al termine della cima e ripetete l’operazione.
La lunghezza della parte cucita è discrezionale e può essere ridotta e avvolta completamente dalle spire.



Protezione di una cima
Per protezione della parte di occhio che appoggia sulla redancia si può cucire una camicia di cuoio. I fori sul cuoio sono stati precedentemente ottenuti con una punta del tipo di quelle da calzolaio.

[Le ottime illustrazioni  sono di Christine Erikson e sono tratte dal libro “The Sailmaker’s Apprentice” di Emiliano Marino – Intenational Marine, Camden – Maine

 

Lascia un Commento